5 tappe per una passeggiata a Trieste

Se c’è una cosa che ho imparato viaggiando con i bambini, è non avere fretta! Sia perché, per una delle leggi di Murphy, è probabile che più tu hai fretta, più loro se la prenderanno con calma, sia per scoprire cose che altrimenti non avresti apprezzato.

Ad esempio, quando inizio a pianificare la visita a una nuova città, faccio un elenco di luoghi da vedere assolutamente, che neanche in un tour de force si riuscirebbero a visitare in giornata… e poi mi ridimensiono! Considero qualche pausa e un momento significativo di relax per i ragazzi, che può consistere in un riposino pomeridiano, nel fare quattro calci a pallone, nel sedersi all’ombra a leggere un libro. Al loro relax, corrisponde il nostro relax… e così abbiamo trascorso un piacevole pomeriggio alla scoperta del centro di Trieste!

Alla fine dell’articolo troverete la Mappa interattiva: si apre direttamente in Google Maps e rimane salvata a vostra disposizione per quando vorrete esplorare il percorso proposto!

I tappa – Chiesa Ortodossa di San Spiridione

Non la conoscevo, ma passandoci davanti mi è venuto spontaneo fermarmi per osservarla meglio e poi entrare: il gusto bizantino si riflette sia nelle cupole esterne sia nei decori dorati all’interno. Merita sicuramente una visita, ma visto che di arte non sono proprio un’intenditrice, per una spiegazione migliore lascio la parola al sito ufficiale, dove troverete tutta la storia dell’edificio: Chiesa di San Spiridione.

II tappa – Piazza della Borsa con il palazzo della Camera di Commercio

Continuando la passeggiata verso la piazza principale di Trieste, abbiamo attraversato anche Piazza della Borsa, il secondo salotto buono cittadino, che è stata il centro economico della città per tutto il XIX secolo. La piazza prende il nome dall’omonimo Palazzo della Borsa che fino al 1844 ha ospitato le attività commerciali della città, poi trasferite al Tergesteo e infine in un palazzo attiguo, oggi chiamato Borsa Nuova.

8b0660fc-63f5-4a2c-97cc-5efd67de46ed

III tappa – il salotto di Trieste

Eccoci a Piazza Unità d’Italia, la piazza più grande d’Europa con affaccio sul mare, le parole non bastano per descrivere quanto ci sia piaciuta questa piazza, abbiamo pure avuto la fortuna di assistere a un’esibizione in costume con balli d’epoca. Ma il suo lato migliore lo mostra quando cala la sera e si accende la strepitosa illuminazione! Da non disdegnare nemmeno a metà pomeriggio per un aperitivo! 😉

IMG_3764
Piazza Unità di giorno
IMG_3760
La vista verso il porto
IMG_3802
La meraviglia dell’illuminazione notturna

IV tappa – il porto

Con dei figli maschi ogni porto è tappa d’obbligo per osservare le barche, una a una… in realtà anch’io ho sempre amato questo passatempo, sin da piccola! A Trieste abbiamo visto delle barche davvero imponenti.

Se avete un po’ di tempo in più, sul porto si affaccia l’Acquario Marino, che pesca l’acqua per le sue vasche direttamente dal mare!

IMG_3776
In piccolo Thomas per darvi le proporzioni di questo yacht

IMG_3775IMG_3774

V tappa – un incontro curioso

L’incontro inaspettato durante la nostra passeggiata è stato quello con la statua di bronzo di Italo Svevo, che ti attende pacifico con un libro in mano di fronte alla Biblioteca Civica, presso la quale amava recarsi e fermarsi per ore a leggere e studiare.

E non è l’unico incontro che potete fare in centro, ci sono anche James Joyce immortalato mentre tornava verso casa attraversando il ponte sul Canal Grande e Umberto Saba, in via Dante Alighieri pronto a girare in via San Nicolò diretto verso la sua libreria.

img_4371
Non ho potuto resistere e gli ho dato un abbraccio!

Vi lascio la mappa del tour che vi ho descritto:

Grazie per aver letto sino a qui! Spero che il mio racconto ti sia piaciuto e se vuoi dimostrarmelo lascia un mi piace, un commento, condivilo pure tramite i canali social!

Alla prossima avventura!

Anna

Rispondi