Pianificando Amsterdam

Tra due settimane andremo ad Amsterdam per il weekend, se mi seguite anche sugli altri canali social scommetto che lo sapete già 😀 ho prenotato ad agosto un volo scontatissimo su easyJet ed è da allora che vivo nell’attesa! Dopo aver letto online una miriade di articoli e pure qualche guida, ho infine optato per un itinerario piuttosto classico, prevedendo però del tempo per qualche pazzia dell’ultima ora…

La pianificazione

Dopo aver messo nero su bianco i posti da vedere assolutamente, ho trovato un fedele alleato in Google My Maps, che mi ha permesso di pianificare meglio gli spostamenti, raggruppando i luoghi di interesse vicini nello stesso giorno. Ad Amsterdam andremo io e Stefano, ci concediamo un weekend romantico in occasione del mio compleanno, che quest’anno sono pure anni tondi quindi con i festeggiamenti ci prenderemo avanti… il primo regalo di compleanno ad esempio è già arrivato, si chiama GoPro!! La sognavo da un pezzo ed è arrivata un po’ in anticipo da parte della mia dolce metà, così ho tempo di imparare a utilizzarla prima dei viaggi previsti per l’inverno! E a questo proposito presto uscirà il primo video realizzato a Murano con il mio nuovo gioiellino.

La mappa

Voglio già condividere con voi la mappa che ho creato, anche se chiaramente non abbiamo ancora testato quest’itinerario, l’idea sarebbe anzi di ricevere qualche consiglio da voi, soprattutto se vi pare che abbia dimenticato qualcosa di importante o qualche luogo curioso un po’ fuori dal circuito comune!

Come leggere la mappa

Ho evidenziato i punti di interesse con diversi colori:

  • in nero i nostri punti di riferimento: aeroporto e hotel
  • in rosso la zona che vorremmo visitare il primo giorno
  • in blu la zona riservata al secondo giorno
  • in verde i punti di ristoro che ci hanno consigliato

Consigli di viaggio

Solitamente mi prendo per tempo per pianificare un itinerario, soprattutto se so di voler andare in luoghi gettonati: ad esempio per visitare la tour Eiffel a Parigi è consigliabile prenotare i biglietti con almeno due mesi di anticipo, altrimenti potreste trovarli esauriti, come è capitato a noi… il che non significa non poter accedere all’attrazione, ma passare in media due ore in file per procedere all’acquisto in loco.

Se state programmando anche voi un viaggio ad Amsterdam in questo periodo prenotate subito i biglietti per la casa di Anna Frank e tenete conto che si possono acquistare solo online, in quanto parte della dimora è attualmente in ristrutturazione e dunque non sarà disponibile la biglietteria in loco.

Acquisteremo l’ I amsterdam City Card, per 48 ore attualmente costa 67 euro dà accesso a vari musei e attrazioni, a quanto ho capito non funziona come saltacoda, ma trovo comunque comodo dover pagare una sola volta, risparmiare qualcosa e avere libero accesso ai mezzi di trasporto GVB.

Il nostro programma

  1. GIORNO UNOin rosso sulla mappa: volevamo iniziare dalla casa di Anna Frank,  ma i biglietti erano praticamente esauriti, ci è toccato il turno delle 20.15. Nel frattempo visiteremo il quartiere Jordaan, uno dei più caratteristici, e salire sulla torre Westertoren per godere della splendida vista panoramica sulla città. Ci dirigeremo poi verso piazza Dam, dove non potrò esimermi dal fare qualche foto vicino alla famosa scritta e dalla visita al Palazzo Reale. Se ci rimarrà un po’ di tempo libero prima di cena faremo un salto a Kalvestraat, la via dello shopping; per il dopocena invece pensavamo a una passeggiata nel quartiere a luci rosse, prima di rientrare in albergo.
  2. GIORNO DUEin blu sulla mappa: questa giornata sarà dedicata principalmente ai musei del quartiere Museumplein, mi piacerebbe visitare il Museo dei Diamanti, il museo di Van Gogh, il Rijksmuseum e poi ci rilasseremo all’Heineken Experience. Infine, se avremo ancora voglia di camminare in zona c’è il quartiere De Pijp.
  3. GIORNO TRE – qui ci dedichiamo agli extra: la card comprende una crociera sui canali  e poi riprenderemo il volo.

Grazie per aver letto sino a qui! Spero che il mio racconto ti sia piaciuto e se vuoi dimostrarmelo lascia un mi piace, un commento, condivilo pure tramite i canali social!

Alla prossima avventura!

Anna

 

11 Comments

      1. Ad inizio gennaio. Non vedo l’ora anche se so che morirò di freddo (io ho sempre freddo)!

      2. Hahaha sono preoccupata per la stessa cosa… porterò il piumino più caldo che ho e mi vestirò a strati! Anche se spero di poterti dare notizie confortanti sulle temperature😉

Rispondi