Amsterdam low cost – 5 consigli utili per risparmiare

Amsterdam low cost - piazza DAM

Ci definirei viaggiatori di fascia media, nel senso che non abbiamo mai viaggiato zaino in spalla né dormito in camere comuni (almeno non da quando viaggiamo insieme, io Anna da giovane sono pure tornata a casa con i pidocchi!), ma nemmeno in luoghi super lussuosi. Insomma, la classica via di mezzo, per poterci permettere più viaggi possibili in pieno comfort.
Da qui nasce la ricerca, per ogni destinazione, di un itinerario che ci permetta di goderci al meglio la meta senza sforare il budget. Oggi vi sveliamo qualche trucco per una visita ad Amsterdam low cost!

Consigli per risparmiare ad Amsterdam

1. I amsterdam city card

L’ingresso a molte attrazioni è incluso nell’I amsterdam city card per il 2018, che attualmente costa 74 euro per 48 ore. La card si attiva quando viene utilizzata per il primo ingresso e da quel momento funzionerà per 48 ore o per la diversa durata scelta. E’ disponibile nelle ulteriori versioni da 24, 72 o 96 ore.
Tra le attrazioni che vi ho citato sono comprese: Museo di Van Gogh, Rijksmuseum (dal 2018!), Canal cruise, Museo dei tulipani, Dutch Costume Museum, Museum Willet – Holthuysen (canal house). Alcune di queste rientrano nella mia personale classifica: Cosa vedere ad Amsterdam: 10 attrazioni imperdibili. Voi che cosa ci mettereste?
Maggiore è il numero di musei e attrazioni che avete intenzione di visitare, maggiore sarà la convenienza con l’acquisto della card. Quindi il mio consiglio è di pianificare il percorso, per poterne valutare la convenienza.

Amsterdam low cost - museo del costume
Museo del costume (Dutch Costume Museum)

2. App gratuite

Anche nei musei inclusi nella city card l’audioguida va pagata a parte. Potete scaricare però sul vostro cellulare l’app gratuita del museo:

  • l’app ‘Van Gogh Museum Visitor Guide‘ è attualmente disponibile solo in inglese.
  • l’app ‘Rijksmuseum Visitor Guide‘ è disponibile anche in italiano. Tra i vari percorsi proposti noi abbiamo scelto quello dedicato a chi ha poco tempo, che in circa 90 minuti vi permetterà di ammirare le opere principali. Come navigatore secondo noi è migliorabile, nel senso che non era immediato capire in quale stanza ti stesse mandando, ma le spiegazioni sono ben fatte.

Da tenere in considerazione: se avete uno smartphone che in due secondi si scarica (tipo il mio), vi sconsiglio questa opzione! Ma se avete un fidanzato gentile come Stefano che vi presta il suo cellulare dalla batteria inesauribile, siete a cavallo 😉

Amsterdam low cost - Rikjsmuseum
All’interno del Rijksmuseum

3. Biglietti online e codici sconto

Ho notato che molte attrazioni offrono ciclicamente prezzi scontati per i biglietti acquistati online, dalla stessa I amsterdam city card, all’Heineken Experience. Vi consiglio quindi di dare un’occhiata ai siti ufficiali quando organizzate il viaggio.
Dei piccoli sconti per musei, ristoranti e altre attrazioni si possono trovare direttamente in hotel sotto forma di cartolina, come quelle che vi mostro in foto.

 

4. Attrazioni gratuite

Un ottimo modo di risparmiare è sicuramente quello di accedere alle attrazioni gratuite. Amsterdam è una città in cui vale la pena passeggiare per i canali con il naso all’insù e ammirare le sue case inimitabili.

Altra tappa imperdibile è il Bloemenmarkt, il mercato dei fiori dove osservare tulipani di ogni colore in qualsiasi stagione dell’anno. Se invece avete un certo languorino, vi consiglio di fare un salto all’Albert Cuyp Markt nel quartiere de Pijp, dove tra le bancarelle non mancano quelle gastronomiche.

Bloemenmarkt - il mercato dei fiori di Amsterdam
Bloemenmarkt – il mercato dei fiori di Amsterdam

5. I parchi di Amsterdam

Il più noto è senz’altro il Vondelpark, una grande distesa verde dove rilassarsi con la bella stagione e magari improvvisare un pic-nic.

Una piccola chicca, invece, è il Begijnhof, un parco nascosto tra le case più antiche del centro: al civico 34 troverete quella che è considerata l’abitazione più antica di Amsterdam.

Infine, per gli appassionati, l’ingresso è gratuito anche all’orto botanico dell’Università di Amsterdam, che ospita oltre 6.000 specie di piante.

Amsterdam low cost - giro dei canali

Grazie per aver letto sin qui, sono felice che il mio articolo ti sia piaciuto! Se hai ancora qualche curiosità o domanda su Amsterdam non esitare a scrivermi!

Alla prossima avventura,

Anna

52 Risposte a “Amsterdam low cost – 5 consigli utili per risparmiare”

  1. Grazie Di cuore per questi consigli! Amsterdam é una città piuttosto cara, per quanto ne sappia! Se é possibile visitarla risparmiando qualcosa non posso che esserne felice!
    Appena andrò metterò in pratica tutti i tuoi consigli. Grazie di cuore :+

    1. panannablogdiviaggi dice: Rispondi

      Buon viaggio futuro allora!

  2. Davvero delle belle dritte! Alcune le ho scoperte anch’io purtroppo tornando da Amsterdam. Comprai la city card e devo dire che conviene, anche se sforare il budget ad Amsterdam è piuttosto facile. La città offre anche parecchie tentazioni oltre alle destinazioni culturali 😉 . Ero ancora giovane ed inesperta e ho speso qualcosa in più, ma non ha fatto differenza. Mim è comunque piaciuta moltissimo! 🙂

    1. panannablogdiviaggi dice: Rispondi

      Anch’io ho adorato questa città! Infatti spero di tornare con la bella stagione per continuare la scoperta!

  3. Appena ho visto un post su Amsterdam, mi ci sono fiondata! Sono tornata da qualche settimana e non sai quanto mi manca… E pensare che la prima volta non mi era piaciuta affatto! Ad ogni modo, ottimi consigli per risparmiare, anche perché è una città piuttosto cara per noi. Non ho visto il mercato dei fiori, se non di passaggio, ma ho apprezzato un sacco (e gratis) l’ Albert Cuyp Markt! Ciao Anna 🙂

    1. panannablogdiviaggi dice: Rispondi

      Allora sei nel mio stesso loop! Mi commuovo quasi quando leggo altri articoli su Amsterdam… ovviamente ben scritti! Ne ho trovato un paio scritti male che ho saltato, innervosita che si potesse parlare con tale superficialità di questa città… sono innamorata temo!

  4. Ma che belle e interessanti dritte!
    Grazie! Non si risparmia mai abbastanza 😉
    Quindi trovo sempre utile leggere i consigli di chi ha già visitato un posto!
    Ora devo decisamente prenotare per Amsterdam 😉

    1. panannablogdiviaggi dice: Rispondi

      Concordo! Devi!! E’ una città meravigliosa!

  5. Molto molto interessante, le cartine che presenti le sto usando qui in Irlanda, le avevo viste in passato, ma non le avevamo mai considerate: malissimo!
    Ad Amsterdam avevo usato anch’io le app gratuite dei musei, davvero ben fatte.

  6. Molto molto interessante, le cartine che presenti le sto usando qui in Irlanda, le avevo viste in passato, ma non le avevamo mai considerate: malissimo!
    Ad Amsterdam avevo usato anch’io le app gratuite dei musei, davvero ben fatte.

    1. panannablogdiviaggi dice: Rispondi

      Sì sono stata super entusiasta delle app!

  7. Ottimi consigli per sopravvivere ad una città costosa come Amsterdam. L’ho visitata qualche anno fa e ora guardando le tue foto mi è venuta voglia di tornare. Farò buon uso delle tue dritte!

    1. panannablogdiviaggi dice: Rispondi

      Grazie!! Noi ci siamo stati a dicembre ma già vorrei tornare… è amore!

  8. Le app gratuite mi sembrano proprio una genialata! Io andrei dritta al giardino botanico universitario. Questo tipo di attrazioni di solito sono carissime, quindi ne approfitterei subito!

    1. panannablogdiviaggi dice: Rispondi

      I giardini botanici sono un ottimo posto dove rilassarsi!

  9. Risparmiare ad amsterdam è davvero difficile, essendo una città molto cara! Ma i tuoi consigli sono ottimi! (Soprattutto il fatto di calcolare bene cosa si vuole visitare per vedere se è conveniente la card. Molti l’acquistano senza pensarci… e poi magari visitano solo 2 musei)

    1. panannablogdiviaggi dice: Rispondi

      Sì esatto! Tra l’altro noi eravamo là di lunedì e molti hanno turno di chiusura, ma con il tour de force della domenica valeva comunque la pena prenderla!

  10. Denise Masiero dice: Rispondi

    In effetti ad Amsterdam è molto facile spendere più del previsto!

    1. panannablogdiviaggi dice: Rispondi

      Io ho trovato particolarmente costoso dormire, poi anche i musei, avendo scelto di vederne parecchi, mentre sul cibo temevo peggio!

  11. Anna anche io mi considero una viaggiatrice media. Mi piace avere un luogo per dormire e un bagno pulito da non condividere. Do sempre un occhio ai siti web delle attrazioni spesso offrono sconti in giorni particolari. Grazie per le tue dritte. Ciao

    1. panannablogdiviaggi dice: Rispondi

      Esther mi sa che siamo allineate!!

  12. Grazie dei tuoi consigli! Spero di tornare presto ad Amsterdam!

    1. panannablogdiviaggi dice: Rispondi

      Anch’io spero di tornarci, nonostante sia passato poco tempo!

  13. Cerco sempre di trovare i giorni free o payasyouwant per risparmiare durante i miei viaggi! Ottimi consigli!

    1. panannablogdiviaggi dice: Rispondi

      Dove avevi trovato i payasyouwant? Non l’avevo mai sentito, sono curiosa! In Italia la prima domenica del mese ci sono gli ingressi gratuiti o a un euro in molte città! Peccato che noi domenica scorsa siamo capitati a Verona ed era tutto chiuso con la scusa della neve! Andrà meglio la prossima volta 😀

  14. Mi avevano già detto che Amsterdam fosse una città abbastanza cara, magari con questi consigli si riesce a risparmiare qualcosina!

    1. panannablogdiviaggi dice: Rispondi

      Con un po’ di attenzione è una città assolutamente fattibile!😊

  15. Amsterdam la visitai da ragazzina. Un po’ di anni fa tornai invece in Olanda per un piccolo tour itinerante con mio marito ma sicuramente è un posto in cui vorrei tornare con i bimbi. Conservo i tuoi consigli

    1. panannablogdiviaggi dice: Rispondi

      Io vorrei tornare per la fioritura e i mulini! E poi sogno una crociera sui canali😍

  16. Quanti bei suggerimenti! In una città cara come Amsterdam sono molto utili!

    1. panannablogdiviaggi dice: Rispondi

      Grazie!😁

  17. Le card delle citta’ secondo me sono sempre da valutare con attenzione: a volte sono convenienti (soprattutto se includono i mezzi pubblici), altre volte conviene pagare gli ingressi ai singoli musei/ attrazioni. Un consiglio per risparmiare in vacanza e’ comunque camminare a piedi: scoprirete angoli anche meno noti delle citta’ e risparmierete sui mezzi pubblici. Mi segno i tuoi suggerimenti per una futura visita ad Amsterdam.

    1. panannablogdiviaggi dice: Rispondi

      Hai ragione, anche per noi a piedi è il modo migliore! Sto montando proprio ora il video di Amsterdam, verso sera ho pure il fiatone dopo i tanti km accumulati 😉

  18. Ci sono andata ma senza twins … urge organizzare

    1. panannablogdiviaggi dice: Rispondi

      Approvo! Io mi sono innamorata di questa città, ci tornerei subito!

  19. Alcuni dei tuoi suggerimenti mi sarebbero tornati davvero utili! Io feci la card ma non pensai alle app gratuite ad esempio! Questi sono i piccoli accorgimenti che potrebbero fare invece una grande differenza. Grazie mille Anna!

    1. panannablogdiviaggi dice: Rispondi

      Viaggiando si impara 😉

  20. Amsterdam è una città romanticissima e con mille cose da fare, grazie x le info precise e dettagliate! I canali sono favolosi!

    1. panannablogdiviaggi dice: Rispondi

      Anche noi abbiamo adorato questa città!

  21. Valentina Regazzi dice: Rispondi

    Grazie per i tuoi consigli, soprattutto quelli sulle attrazioni gratuite! Spero di riuscire ad andarci presto 😍

    1. panannablogdiviaggi dice: Rispondi

      Te lo auguro! è una città bellissima!

  22. Utilissssimo ! 🙂 sto aspettando che easyjet metta fuori qualche offerta per Amsterdam perchè vorrei proprio passarci un weekend con le amiche. Ci sono stata anni fa in vacanza in famiglia e di certo sarà cambiata un bel po’! Splendida l’idea delle app gratuite… questo suggerimento davvero da segnare

  23. Sono totalmente d’accordo sui consigli, io sono anche una grande amante dei walking tour gratuiti a cui si lascia una mancia alle guide!

    1. panannablogdiviaggi dice: Rispondi

      Non li ho ancora provati, però di quelli di Amsterdam in particolare ho sentito parlare gran bene!

  24. Le chicche indispensabili per tutti i giovani squattrinato che vanno ad Amsterdam😂😂😂
    No dai sto scherzando…
    Io quando devo partire per un posto cerco sempre di trovare le occasioni imperdibili per spendete quanto meno!

    1. panannablogdiviaggi dice: Rispondi

      Hahaha, ad Amsterdam si rischia di spendere parecchio se non ci si organizza!

  25. Utilissimi questi consigli, fra l’altro perfetti per cogliere al volo qualche offerta e staccare anche per poche ore. Non ci pensavo alle app da scaricare, ma in effetti è una idea intelligente ! Post che manderò ad una mia amica che sabato prox parte per Amsterdam ed è da sempre “spendacciona” 🙂

    1. panannablogdiviaggi dice: Rispondi

      Speriamo funzioni allora!

  26. Sono stata ad Amsterdam 2 mesi fa, ma alcune dritte per risparmiare mi erano proprio sfuggite! Le terrò presenti per la prossima volta!

    1. panannablogdiviaggi dice: Rispondi

      Anch’io non vedo l’ora di tornarci!

  27. Grazie mille per tutte le dritte, Amsterdam è famosa soprattutto per altro ma ha un patirmonio culturale che pretso o tardi vorrei proprio vedere con i miei occhi! Consigli come questi sicuramte aiuteranno a goderne al meglio, già solo leggendo del Bloemenmarkt oltretutto mi è venuta una voglia matta di partire!

    1. panannablogdiviaggi dice: Rispondi

      Io sono partita un po’ perplessa, invece poi ha una vitalità che ti travolge e tantissime cose meravigliose da vedere! Vacci e l’adorerai!!

Lascia un commento