Algarve: cosa fare in tre giorni tra Lagos e Sagres

algarve itinerario tre giorni

Ecco il primo articolo sul nostro on the road in Portogallo, che è stato un concentrato di paesaggi, gusti, emozioni! Siamo atterrati a Siviglia, abbiamo ritirato l’auto a Faro e siamo partiti: del noleggio e degli aspetti organizzativi, però, vi parlerò in un altro post. Ora godiamoci la prima tappa in Algarve: tre giorni tra Lagos e Sagres.

Cosa vedere in tre giorni in Algarve

In tre giorni abbiamo esplorato la zona sud-ovest dell’Algarve, soggiornando due notti a Lagos. Scegliere dove soggiornare in Algarve non è stato facile, tutta la costa è meravigliosa, ricca sia di spiagge sia di paesini caratteristici. Insomma una regione tutta da scoprire! Alla fine mi sono decisa per due notti in un appartamento molto accogliente a Lagos (lo trovate su Booking come Family House), in una zona tranquilla a metà strada tra il centro e le spiagge (raggiungibili in auto).

Scoprire Lagos in due giorni

Il primo giorno è stato speso sostanzialmente in viaggio: partiti dall’Italia la mattina presto, siamo arrivati a Lagos verso le 16. Prima tappa imperdibile: appuntamento con l’oceano, per i ragazzi si trattava del primo bagno! Ve lo mostro anche su Youtube:

Abbiamo scelto la spiaggia più vicina all’appartamento, la bianchissima Praia do Porto de Mos e ci siamo subito emozionati a sentire la sofficissima sabbia sotto i piedi. La differenza con le spiagge vulcaniche di Santorini (di cui vi ho raccontato qui) è come quella tra il giorno e la notte.

cosa fare a lagos in due giorni
Che ne dite. è bianca questa spiaggia?!

L’acqua ci ha accolto gelida, senza nessun riguardo per questi forestieri che si apprestavano a scoprire l’oceano! Ma non ci siamo scoraggiati, complici le nostre mute, un acquisto fondamentale fatto appena prima della partenza. La sera abbiamo cenato in appartamento e siamo crollati, reduci di una sveglia prima dell’alba.

Vedere Lagos in due giorni: spiagge e paesaggi imperdibili

Il secondo giorno ci ha portato in nuove, spettacolari spiagge. Di prima mattina in mio onore ci siamo diretti a Praia Dona Ana, dove vi consiglio di arrivare presto per trovare parcheggio. Qui i colori diventano rossastri e lo spettacolo di queste scogliere sempre più affascinante. Unica nota dolente, le nuvole di fumo che ingrigivano il cielo, come potete notare nelle foto. Nei giorni in cui siamo stati in Algarve, era in corso un incendio che ha richiesto otto giorni di lavoro, circa 200 mezzi e almeno un migliaio di pompieri oltre ai volontari prima di essere domato.

Algarve cosa fare in due giorni a lagosalgarve cosa vedere in due giorni a lagos

La seconda tappa della giornata è stata al faro di Ponta da Piedade, posto perfetto per godersi il panorama e pure il nostro picnic. Per pranzo abbiamo scelto spesso di mangiare panini, sia per la praticità, sia perché pranzare vista oceano non ha prezzo! Una cosa che noterete subito sui promontori è che c’è sempre vento, attenzione però che il sole batte. Non fate come me, che non sentivo caldo e la sera mi sono ritrovata con le spalle bruciate.
Il tragitto che noi abbiamo fatto in auto dalla spiaggia al faro, si può fare anche via acqua in kayak godendo di un punto di osservazione privilegiato sulle scogliere. La gita è ben organizzata: tutti i kayak vengono trascinati da una barca (o direttamente caricati sopra) per il primo tratto in mare aperto. Poi ci si può muovere liberamente per esplorare le grotte e ammirare le scogliere.

algarve cosa fare in tre giorni tra lagos e sagres
Li vedete i kayak?!

Nel pomeriggio ci siamo spostati su una di quelle lunghissime spiagge di sabbia che abbiamo scoperto caratterizzare pressoché tutta la costa portoghese. Si chiama Meia Praia e l’abbiamo scoperto guardando GoogleMaps, impossibile non notare quella lingua gialla!
La parte più vicina alla città è attrezzata, mentre man mano che ci si allontana le persone diminuiscono, fino ad arrivare ad avere la spiaggia praticamente solo per noi. Unica compagnia: le decine di appassionati di kitesurfing, riuniti nella laguna alle nostre spalle.

cosa fare a lagos in due giorni

Vedere Lagos in due giorni: il centro città

Lagos è una cittadina di 30 mila abitanti, giusto per darvi la misura, e il centro si gira tranquillamente a piedi. Anzi vi consiglio proprio di lasciare la macchina in parcheggio fuori dalle mura (noi ne abbiamo trovati solo a pagamento), perché le stradine del centro sono davvero strette e quasi sempre a senso unico. Lo sappiamo perché il navigatore ci ha fatto fare il giro sbagliato, un classico!
Lagos in giornata offre parecchie attrazioni da visitare, le nostre preferite sono:
– il forte da Ponta da Bandiera, una fortezza difensiva costruita alla fine del XVII secolo;
– il mercato degli schiavi, oggi trasformato in un doveroso museo;
– la chiesa di Sant’Antonio, con le sue ricche decorazioni barocche.
Se andate di sera, concedetevi una passeggiata sulla via principale, animata da negozi tipici e altri più moderni, per poi andare alla ricerca degli scorci più caratteristici tra i vicoli o scendendo al porto antico.

lagos: cosa vedere in centro città lagos: cosa vedere in centro città

Gita in giornata a Sagres

Siamo già al terzo giorno, dopo aver lasciato l’appartamento ci dirigiamo verso Sagres, per visitare l’enorme fortezza che si trova appena fuori città. La fortezza di Sagres ci aveva affascinato ancora prima di arrivare per la sua storia, la leggenda narra che qui furono istruiti i primi navigatori portoghesi. Ci ha colpito anche non appena l’abbiamo vista da lontano: è grandissima!
Buona parte degli edifici più antichi è andata distrutta, ma la costruzione risulta ancora oggi imponente. Inoltre, la passeggiata lungo i suoi confini vi permetterà di scoprire cose antiche e moderne e ammirare l’incredibile panorama delle scogliere! Si vedono le vecchie postazioni militari, ma anche dei cartelli che illustrano flora e fauna locali. Con i ragazzi ci siamo divertiti a ricercare i fiori e le specie di uccelli, con la flora siamo stati più fortunati, ma comunque abbiamo visto anche qualche volatile.

lagos: cosa vedere in centro città
L’ingresso della fortezza di Sagres
cosa vedere a sagres in un giorno
Scogliere viste dalla fortezza di Sagres

Il pranzo, manco a dirlo, è stato un panino vista mare, prima di arrivare alla… fine del mondo! O almeno del mondo conosciuto prima che i navigatori portoghesi solcassero gli oceani. Cape Saint-Vincent rappresenta l’estremità sud-occidentale del continente europeo. Qui troverete, siamo sinceri, tanti turisti accorsi a scattarsi le foto, ma anche un faro ben conservato e un museo dedicato alla navigazione.
Sulla strada del ritorno abbiamo individuato anche il coloratissimo negozio di ceramiche che vedete nella foto sotto: nulla che possa stare nel bagaglio a mano, ma vale comunque la pena di fermarsi a dare un’occhiata.

cosa fare a sagres in un giornocosa vedere a sagres in giornata

Con Sagres (e con un paio d’ore sulla spiaggia di Carrapateira!) si conclude la prima parte del nostro viaggio in Portogallo. Presto lasceremo l’Algarve per salire sino a Lisbona!

Se avete qualche domanda sugli aspetti organizzativi o curiosità, vi aspetto nei commenti.
Grazie per aver viaggiato con noi!
Anna

34 Risposte a “Algarve: cosa fare in tre giorni tra Lagos e Sagres”

  1. camilla corradini dice: Rispondi

    Wow, che bei paesaggi, che spiagge stupende! Io in Portogallo sono stata solo a Lisbona e Sintra, ma la prossima volta voglio toccare anche Lagos!

    1. panannablogdiviaggi dice: Rispondi

      L’Algarve è un mondo a parte! Però anche le spiagge vicino a Lisbona non sono niente male!

  2. Non conoscevo Sagres, me la segno. Vorremmo fare anche noi un viaggio simile in Portogallo ?

    1. panannablogdiviaggi dice: Rispondi

      Per noi è stato stupendo, certo ci vorrebbe molto più tempo per vedere tutto ciò che ha da offrire, ma è stato un ottimo primo assaggio!

  3. Ho letto questo post e leggerò tutti gli altri che scriverete: il Portogallo on the road mi attira molto e lo vorrei fare in coppia il prossimo anno. Da quando mio figlio è diventato autonomo e va in ferie per conto suo, possiamo finalmente dedicarci alle ferie itineranti che il pargolo definiva “estreme”). 🙂

    1. panannablogdiviaggi dice: Rispondi

      Hahaha, anche i miei figli sono stati un po’ provati 😉 Grazie Raffi per l’interesse!

  4. Aspettavo questo articolo perché il Portogallo mi ha sempre incuriosito, soprattutto dopo aver visitato Porto a Febbraio. L’unico dubbio è come conciliarlo con il mare , più caldo e calmo

    1. panannablogdiviaggi dice: Rispondi

      Se vuoi vedere il sud potresti pensare di fare Portogallo e Spagna, dove trovare spiagge più tranquille!

  5. L’Algarve la sogno da tanto e le tue foto mi hanno fatto voglia di fare la valigia subito.

    1. panannablogdiviaggi dice: Rispondi

      Ne sono felice Manu!

  6. Sono stata solo a Lisbona e dintorni ma mi piacerebbe tornare in Portogallo e visitare sia l’Algarve sia il nord. L’acqua dell’oceano era sempre fredda in tutte le spiagge? Io amo i mari caldi e ricordo che a Cascais non avevo fatto il bagno proprio per questo motivo oltre che per il forte vento.

    1. panannablogdiviaggi dice: Rispondi

      Ciao Stefania, abbiamo notato che la percezione dell’acqua dipende anche dalla temperatura esterna, nei giorni più caldi era più piacevole fare il bagno. Abbiamo trovato l’ocenao meno freddo a Comporta, appena a sud di Lisbona. Certo che se ci vai per il mare e ti aspetti di fare il bagno ti consiglierei un’altra zona, se invece ci vai per i paesaggi e le varie mete culturali merita moltissimo!

  7. Che bellezza! Il Portogallo è uno dei miei miti, in cui voglio andare al più presto! E intanto leggo post su post e comincio a capire quante cose ci sono da fare e da vedere!

    1. panannablogdiviaggi dice: Rispondi

      Anch’io ho letto moltissimo per preparare l’itinerario!!

  8. Ho da tempo in programma un tour del Portogallo, vedere queste scogliere e queste spiagge cosi deserte e pacifiche mi ha risvegliato la voglia di organizzarlo per davvero! Attendo il resto dei tuoi post con i tuoi consigli e le tue dritte!

    1. panannablogdiviaggi dice: Rispondi

      Grazie Silvia! Lo sognavamo da tempo anche noi e finalmente si è realizzato!

  9. Molto inteigante l’Algarve. Quanti giorni pensi che seevano come minimo per un assaggio itinerante dei luoghi che hai descritto? L’unica cosa che mi frena è la temperatura dell’acqua, non è scomodissimo doversi mettere la muta?

    1. panannablogdiviaggi dice: Rispondi

      Noi volevamo fare un giro di assaggio di tutto il Portogallo in due settimane, quindi abbiamo dedicato poco tempo all’Algarve (tre giorni), per fare le cose con calma però ci dedicherei almeno una settimana, soffermandomi anche nella zona di Faro, dove c’è il parco naturale di Ria Formosa (più affollato di dove siamo stati noi, ma bellissimo). Per la muta non è stato scomodo portarla, siamo riusciti a farle stare nel bagaglio a mano con tutto il necessario per due settimane. Comunque l’abbiamo acquistata alla Decathlon, che trovi anche in Portogallo in molte città, quindi potresti considerare di partire senza, vedere come tu effettivamente percepisci la temperatura ed eventualmente acquistarla in loco.

  10. E chi non sogna di vedere l’Algarve?! Io già da un po’ e questo post mi ha dato qualche indicazione in più. Secondo te qual’è il periodo migliore per visitare queste zone? Non sono amante dei posti sovraffollati e il mio viaggio in Portogallo (Porto e Lisbona) l’ho fatto a Maggio… e ho preso un gran freddo per il vento gelido!

    1. panannablogdiviaggi dice: Rispondi

      Ciao Ingrid, il clima ad agosto era perfetto, comunque su certi promontori c’è aria e si sta bene con una giacca a vento leggera. Però ci hanno detto che siamo stati fortunati, che possono esserci picchi di maggior calore, comunque rimane un caldo secco meglio sopportabile del nostro caldo umido italiano. Degli amici sono stati a maggio in Algarve e si sono trovati bene, secondo me dipende se ti interessa più fare il bagno (la temperatura dell’acqua è rigida, quindi meglio a estate inoltrata) o trovare spiagge deserte. Ti dirò che se eviti le grandi città abbiamo trovato spiagge molto vivibili anche ad agosto, quindi non farti spaventare!!

  11. Se già dalle fotografie il fascino di questi luoghi è intrigante, non oso immaginare cosa si provi a viverli di persona! Sogno l’Algarve già da parecchio tempo, non posso più aspettare! 🙂

    1. panannablogdiviaggi dice: Rispondi

      Dal vivo è un’altra cosa, hai ragione Vale!

  12. Mi sono segnata tutto! Anche il bellissimo negozio di ceramiche! Sogno un on the road in Portogallo da un po’ di tempo e con voi ho proprio sognato. Adesso non mi resta che trovare qualcuno disposto a guidare la metà del tragitto ahahha 😉

    1. panannablogdiviaggi dice: Rispondi

      Simo meglio un unico guidatore così risparmi sul noleggio 😉 io verrei subito con te, chiedo a Stefano se sopravvive nel frattempo!

  13. Sai che quest’anno ci stavo giusto facendo un pensierino !! Algarve è uno dei posti che vorrei tanto girare, fotografare ammirare perchè offre davvero tanto! adoro i viaggi onthe road

    1. panannablogdiviaggi dice: Rispondi

      Per un viaggio on the road è perfetta!

  14. Il Portogallo è una delle mie possibili mete e non conosco molto se non Porto e Lisbona. Mi ispirano questi tre giorni che hai fatto in Algarve. Ora mi metto a studiare chissà che non riesca a farci un salto entro fine anno…

    1. panannablogdiviaggi dice: Rispondi

      Se non ti interessa fare il bagno, penso sia una meraviglia anche fuori stagione! Noi non abbiamo visto moltissimo, ma oltre alla costa ci sono dei paesini stupendi all’interno!

  15. L’Algarve è una meta che mi attira tantissimo! Leggendo poi questo articolo mi è venuta ancora più voglia di visitarla! Non mi dispiacerebbe inserirla nella lista di viaggi da fare la prossima estate…

    1. panannablogdiviaggi dice: Rispondi

      Per noi è consigliatissima!

  16. In che periodo siete andati? Io adoro il Portogallo, ma abbiamo amici vicino a Porto e alla fine andiamo sempre a nord, tra costa e valli del vino.. Ma ho questa fissa dell’Algarve e tutta la parte sud che dicono essere stupenda (direi che le tue foto sono un ottimo stimolo!)

    1. panannablogdiviaggi dice: Rispondi

      Abbiamo adorato l’Algarve (e la nostra regione preferita è stata l’Alentejo, ricca di prati e animali)! Siamo stati la prima metà di agosto, potendo scegliere eviterei perché è il periodo più turistico, per i prezzi non tanto per la folla perché comunque si stava bene!

  17. Che nostalgia il Portogallo! é stato uno dei miei viaggi più belli! L’Algarve è così selvaggio, con le sue spiagge stupende e le sue rocce ocra…

    1. panannablogdiviaggi dice: Rispondi

      Un viaggio stupendo anche per noi! Ora sto scrivendo delle tappe successive 🙂

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.